Pagina:Calani - Il Parlamento del Regno d'Italia.pdf/127

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

– 73 –

mentre riconoscevano militare in favor suo circostanze attenuanti, Pellico stesso avendo dichiarato ch’egli — l’Arrivabene — non aveva accettato le di lui proposizioni.

E qui ne sembra necessario riferire per intero uno squarcio delle memorie del nostro autore, in cui egli spiega come Pellico abbia potuto farsi l’involontario suo delatore.

«Tolga Iddio ch’io faccia carico a Pellico — cosi si esprime l’Arrivabene — di aver ripetuto alla Commissione di Venezia le poche parole sulla Carboneria corse fra noi due alla Zaita. Egli, com’io, com’altri, non avrà saputo resistere a quell’impulso che spinge a dire il vero, avvenga che può. Io faccio poi anche la congettura seguente. Pare in realtà che Pellico fosse carbonaro, o credesse almeno di esserlo; che Laderchi e Maroncelli, venuti di Romagna, lo affigliassero alla setta, nella state del 1820, sebbene non ne avessero i poteri; ch’essi partecipassero per lettera ai superiori loro la fatta conquista, e chiedessero la legittimazione del loro operato; che affidassero la lettera ad un sarto, concittadino loro, il quale recavasi in patria, e che la polizia, infine, o per tradimento del sarto, o con altro mezzo, venisse in possesso della lettera; ciò che determinò l’arresto di Maroncelli, Laderchi e Pellico. Questi, dopo vari mesi di prigionia e di ripetuti tormentosi esami, annoiato, veggendo accumularsi contro di sè le prove, spaventato dalle minaccie dei giudici ov’egli si ostinasse a tacere, lusingato dalle promesse loro ove si decidesse a parlare, avrà confessato di essere stato ricevuto carbonaro. Allora i giudici gli avranno fatto osservare clTei si era recato alla Zaita poco dopo quest’avvenimento, e che vi era rimasto molti giorni; che era impossibile, se si considera allo spirilo di proselitismo proprio dei settari ed alla conoscenza ch’egli aveva delle opinioni d’Arrivabene, ch’ei non l’avesse fatto carbonaro pur esso.

«Gli avranno fatto credere che possedevano indizi, prove forse, di ciò; meglio per lui dire l’intera verità. Pellico, posto in tal modo alle strette, avrà ri-