Pagina:Calani - Il Parlamento del Regno d'Italia.pdf/391

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


nel 1858 fu inalzato all’alto ufficio di primo presidente della Corte d’Appello in Genova.

Creato senatore fino dal 1850, il conte Alessandro Pinelli è decorato del gran cordone dell’ordine Mauriziano.





Nacque in Nizza del Monferrato nel 1798; fece gli studi legali in Torino alla regia università, al cui collegio di giurisprudenza fu aggregato, subito felicissimo esame nel 1822. Di là a cinque anni ei venne promosso al grado di referendario dei re Carlo Felice e Carlo Alberto, nella qual carica si rimase fino a tutto il 1831. — Promosso allora a segretario del consiglio di Stato, divenne nel 1838 primo ufficiale del guardasigilli conte Barbaroux. Nominato nel 1840 a senatore del reale senato di Piemonte, la fiducia dei suoi concittadini il chiamava otto anni più tardi, quando s’inauguravano le franchigie costituzionali in Sardegna, a deputato al Parlamento nazionale.

Nel 1851, progredendo nella sua carriera di magistrato, fu elevato alla dignità di Presidente della Corte d’appello di Torino, e gli abitanti di questa capitale dandogli chiaro attestato di fiducia, lo elessero per ben due volte, nel 1857, e nel 1860, a consigliere del loro Municipio.

Membro della Commissione della legislazione Albertina, il conte Carlo di Bosnasco fu nominato senatore fino dal 1850,e decorato della gran croce dell’ordine Mauriziano.





Nacque in Genova nel 1808, ultimo discendente di illustre famiglia, che dette alla Repubblica genovese