Pagina:Camerini - Donne illustri, 1870.djvu/205

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Rosa Bonheur. 197


tuna tela, senza altri quadri, ecc. Però non lavora che alle sue ore. Non le si può trar nulla di mano quando ella dice: Je ne suis pas inspirée. «On loue surtout, dice il Vapereau, la fermeté du dessin et le grand caractère de ses paysages.»

Gl’Inglesi sopratutto son vaghi delle sue opere. Il suo Marché aux Chevaux fu venduto ad un editore inglese per 40,000 franchi. Un pezzo di carta tratteggiato da lei si vende per lo meno 500 franchi.

Fece anche dei quadri d’altro genere, come Les trois Mousquetaires. Lavorò di scultuta, come il gruppo in bronzo Taureaux et brebis.

Il 10 giugno 1865 fu decorata della Legion d’onore.

Il suo studio è parato di velluto verde; i mobili sono leggiadri; alle mura sono appese delle panoplie. Ma ella indossa dipingendo una veste piuttosto grossolana, porta delle pantofole gialle. Si fa leggere specialmente i romanzi della Sand. Non riceve che il venerdì, e anche quel giorno spesso si scusa con le visite e continua a lavorare. Il musicista Schann, tipo dello Schanard della Vie de Bhoème di Enrico Mürger, dice di lei: «Elle est l’ascète du travail et de la vertu.» — «Rose est de taille moyenne (dice il Méricourt). Elle a les traits un peu durs, mais reguliers. Le front est beau. Toutes les lignes de son profil, accusées franchement, expriment sa force de caractère. Ses yeux bruns ont de l’éclat; ses mains sont fines et nerveuses; elle a le pied trèsmignon, bien que les bottes dont elle se chausse puissent faire croire le contraire.»

Rosa non esce mai dalle fortificazioni di Parigi senza in-