Pagina:Campanella - La Città del Sole, manoscritto, 1602.djvu/6

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

3r

[versione diplomatica] tutte le scienze. Nelle mura del tempio esteriori, e nelle cortine, che si calano qń si p̃dica per nõ p̃dersi la voce, vi sta ogni stella ordinatamy con tre versi per una. Nel dentro del po girone tutte le figure matematiche, più che nõ scrisse Euclide et Archimede, con le loro propositioni significanti. Nel di fuori v’è la carta della terra tutta, e poi le tavole d’ogni provintia con i riti, costumi, e leggi loro, e con l’Alfabeti ordinati sopra il loro alfabeto. Nel dentro del 2° girone vi son tutte le pietre preziose, e nõ p̃tiose, e minerali, e metalli veri, e pinti con le dichiarationi di dui versi p̃ uno. Nel di fuori vi son tutte sorti di laghi, mari e fiumi, vini, ogli, et altri licori, e loro virtù, et origine, e qualità; e ci son le carrafe piene di diversi licori di cento e trecento anni, con li qãli sanano tutte infirmità. Nel dentro del 3° vi son tutte sorte d’herbe, et arbori del mondo pinte, e pur in teste di terra sopra il revellino, e le dichiarationi dove p̃a si trovaro, e le virtù loro, e le somigliãze ch’hanno con le stelle, e cõ li metalli, e con le membra humane, e l’uso loro in medicina. Nel di fuori tutte maniere di pesci di fiumi, e laghi e mari, e le virtù loro, et il modo di vivere, di generarsi, et allevarsi, et a che serveno, e le somigliãze


[versione critica] tutte le scienze. Nelle mura del tempio esteriori, e nelle cortine, che si calano quando si predica per non perdersi la voce, vi sta ogni stella ordinatamente con tre versi per una. Nel dentro del primo girone tutte le figure matematiche, più che non scrisse Euclide e Archimede, con le loro proposizioni significanti. Nel di fuori v’è la carta della terra tutta, e poi le tavole d’ogni provincia con i riti, costumi, e leggi loro, e con l’Alfabeti ordinati sopra il loro alfabeto. Nel dentro del 2° girone vi son tutte le pietre preziose, e non preziose, e minerali, e metalli veri, e pinti con le dichiarazioni di due versi per uno. Nel di fuori vi son tutte sorti di laghi, mari e fiumi, vini, ogli, e altri licori, e loro virtù, e origine, e qualità; e ci son le carafe piene di diversi licori di cento e trecento anni, con li quali sanano tutte infirmità. Nel dentro del 3° vi son tutte sorte d’erbe, e arbori del mondo pinte, e pur in teste di terra sopra il revellino, e le dichiarazioni dove prima si trovaro, e le virtù loro, e le simiglianze ch’hanno con le stelle, e con li metalli, e con le membra umane, e l’uso loro in medicina. Nel di fuori tutte maniere di pesci di fiumi, e laghi e mari, e le virtù loro, e il modo di vivere, di generarsi, e allevarsi, e a che serveno, e le somiglianze