Pagina:Canonici - Prospetto biografico delle donne italiane.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

35

e non dissimulo, che certa ancora di non piacervi, non mi starei per questo in silenzio, essendo cosa della massima importanza il far conoscere a Voi ed agli Inglesi vostri la verità.

Vi hanno ingannata, Lady, nel farvi credere che le manque d’instruction sia la causa diretta che allontani tutte, o una parte delle Italiane dal s’associer alle straniere. Io non posso accordarmi con voi sopra quest’articolo, e negare voi stessa non saprete d’avere ricevuti in Milano, in Napoli, in Piemonte, e nella stessa Roma, che voi chiamate sovra ogni altra inospite, prove non dubbie di quella urbanità che pure vi piace di contrastare; come certamente negare nol vorrebbero tanti probi ed onorati Inglesi e Francesi e Tedeschi, che primi furono a visitare la nostra Penisola, e che ben accolti nelle scelte, brillanti ed erudite compagnie, e nell’interno delle famiglie quasi fratelli ricevuti, scolpirono nelle loro anime oneste indelebile sentimento di riconoscenza. Parlano pressoché tutti gli scrittori di viaggi della Italiana ospitalità, e molti ancora degl’Inglesi vostri ne parlano 1, e non vi ha che qualche maligno che ’l nieghi. Per fino l’irrequieto Sharp non osò dissimularla nelle sue Lettere itinerarie, perchè se difetto havvi in qualche individuo della Nazione

  1. Milton, Hall, Eustoce, Byron.