Pagina:Canti (Leopardi - Donati).djvu/166

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

NOTIZIA INTORNO ALLE EDIZIONI DI QUESTI CANTI1


I due primi furono pubblicati in Roma nel 1818, con una lettera a Vincenzo Monti. Il terzo, con una lettera al conte Leonardo Trissino, nel 1820 in Bologna. Dieci Canti, cioè i nove primi e il diciottesimo, in Bologna, nel 1824, con ampie annotazioni, e copia d’esempi antichi, in difesa di voci e maniere dei medesimi Canti accusate di novitá. Altri Canti pure in Bologna nel 1826: i quali, coi sopraddetti dieci, e con altri nuovi, in tutto ventitré, furono dati susseguentemente dall’autore in Firenze nel 1831. Diverse ristampe di questi Canti, o tutti o parte, fatte dalle edizioni di Bologna o dalla fiorentina, in diverse cittá d’Italia, essendo state senza concorso dell’autore, non hanno nulla di proprio. Undici componimenti non piú stampati furono aggiunti nell’edizione di Napoli del 1835, e gli altri riveduti dall’autore e ritocchi in piú e piú luoghi. Dei Frammenti, i due primi erano giá divulgati, gli altri non ancora. Le poche note poste appiè del volume furono cavate quasi tutte dalle edizioni precedenti. In questa parigina sono aggiunti per la prima volta i canti XXXIII e XXXIV, finora non istampati.

  1. Preparata per l’edizione che doveva fare il Baudry [Ed.].