Pagina:Cessione del Veneto (1895).djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
58 capitolo secondo.

quella lettura. Riesce ben gradito vedere rendere giustizia al nome della famiglia. Perdono a Bottero tutte le cattive frasi di altra epoca.

“Altra epoca davvero! Come mutansi le situazioni col progredire degli anni! Tecchio e Bottero che si dicono lieti di fare il tuo elogio, e quello del nostro padre. Avesti una gran bella ispirazione di parlare in onore di quel Sovrano, che hai servito con tanta devozione.„