Pagina:Cinesi, scuola e matematica.pdf/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
          Giovanni Giuseppe Nicosia - Cinesi, scuola e matematica - Bologna, Italia - 2010

Le nuove tecnologie hanno un ruolo particolarmente importante. Si richiede allo studente un grande uso delle macchine calcolatrici per l’esecuzione di calcoli complessi fin dalla seconda fase, in modo da concentrare l’attenzione e le energie in attività matematiche più creative ed esplorative. Calcolatori ed elaboratori elettronici sono impiegati usualmente nell’apprendimento di nuove conoscenze e nella risoluzione di problemi, in special modo quelli derivati dall’esperienza reale. Il computer fornisce inoltre nuove risorse di comunicazione tra studenti e con l’insegnte e presentazioni animate dei diversi contenuti. Gli applicativi didattici stanno diventanto vieppiù popolari.

Uno degli obiettivi principali del nuovo curriculum è quello di rendere lo studente capace di elaborare modelli astratti da situazioni concrete ritrovando le leggi che le governano. La velocità di calcolo e l’esecuzione di calcoli complessi hanno perso la centralità che avevano in passato. Per esempio non si richedono più allo studente prima della settima classe competenze algebriche di conversione tra numeri decimali e frazioni.

Questa riforma ha riscosso molto successo tra gli insegnanti e tra gli studenti, che, nel corso di misurazioni del Ministero dell’Educazione hanno espresso un grande apprezzamento per la matematica.