Pagina:Cinesi, scuola e matematica.pdf/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni Giuseppe Nicosia — Cinesi, scuola e matematica — Bologna, Italia — 2010

e personale, dall’altro priva del servizio scolastico in loco popolazioni per lo più assai povere che non sono in grado di provvedere a costi di trasporto e sussistenza fuori sede.

Il sistema è articolato in scuole materne, scuole primarie o elementari, scuole medie inferiori e superiori (“culturali” ossia generiche, professionali, commerciali, magistrali od agrarie), “scuole chiave” (versioni d’eccellenza di tutte le precedenti), collegi preparatori e varie istituzioni per l’istruzione universitaria e parauniversitaria (scuole di alta formazione professionale). Ci sono poi scuole speciali per disabili di vario tipo, in particolare per ciechi e per sordi, e molte istituzioni per l’educazione degli adulti.

La scuola primaria comincia a sei o sette anni.

Età d’entrata Ordine Durata Obbligo Gratuità Scolarizzazione
2 - 4 Materna ? no quasi ?
6 o 7 Primaria 6 si si 99%
12 Media inferiore 3 si quasi 80%
15 Media superiore 3 no no 80%
18 Università
no no 2%


Elaborazione su dati del Ministero dell’Educazione della repubblica Popolare Cinese. La scolarizzazione è calcolata sul totale dei cittadini delle età corrispondenti ai rispettivi ordini scolastici.


Questo schema vige più che altro nelle grandi aree urbane. Alcune province rurali prevedono invece 5 anni di scuola primaria e 4 di media inferiore mentre in altre zone si ha un’unica scuola unificata di 9 anni, a discrezione delle autorità locali. L’obbligo scolastico è comunque di 9 anni. Lo studio infrauniversitario dura 12 anni. Anche sull’età di entrata effettiva ci sono variazioni rispetto a quella legale perché molte famiglie di ambiente rurale preferiscono mandare i figli a scuola qualche anno dopo.

Si tratta prevalentemente di scuole statali benché esistano dai primi anni ’80 istituti privati legati soprattutto a grandi imprese che fondano insediamenti produttivi nuovi o che gestiscono grandi aree di territorio. La gestione delle scuole elementari compete alle autorità regionali o municipali, salvo quelle scuole che sono annesse ai complessi produttivi pubblici.

Secondo il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite nel 2003 l’alfabetizzazione in Cina era del 90,8%. La disparità storicamente assai forte tra i generi in questo campo si evidenziava in una differenza di piu di dieci punti percentuali tra il dato dei maschi (95,1%) e quello delle femmine (86,5%), che segnava comunque un grosso progresso rispetto ad un passato recente. Le dimensioni del sistema scolastico cinese nel 2003 erano quelle riassunte nella seguente tabella:

Scuole ed Istituzioni Numero Insegnanti Studenti Studenti per insegnante
Materne 116.390 613.000 20 milioni 33
Primaria 425.846 5,7 milioni 116.8 milioni 20
Media (inf. e sup.) 79.490 4,5 milioni 85.8 milioni 19
Medie specializzate 3.065 199.000 5 milioni 25
Istituti agrari e tecnici 6.843 289.000 5,2 milioni 18
Altre medie speciali 1.551 30.000 365.000 12
Università 1.552 725.000 11 milioni 15