Pagina:Commedia - Inferno (Imola).djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


DI BE.NVENL’TO KAMBALDI Wll IV ma l’asserzione è senza alcun documento. Così furono somiglianti la sorte del Commentato e del Commentatore. Quello scacciato dalla Patria morì nell’esilio: questi ebbe dalla patria la più ingrata dimenticanza. Ma nel 1835 per generosa concessione della Santa Memoria di Gregorio XVI fu restituita al suo esercizio e prerogative l’accademia letteraria Imolese, che s’intitola degl’Industriosi, ed io al di sopra di ogni mio merito onorato dalla nomina di Presidente fui per due volte confermato dalla sacra Congregazione degli studi di Roma. E per rispondere in qualche modo a tanto onore, pregai il Magistrato Imolese a nome della intera Accademia, perchè assegnasse alcuni residui di pertinenza della Comunale Biblioteca bastanti a pagare una copia autentica del Commento di Benvenuto da estrarsi dalla estense Biblioteca, giacché mi stava nel cuore che dovesse in Imola più presto trovarsi che altrove. Fu esaudita la inchiesta, e con benia:no rescritto di S. A. R. il Duca di Modena permessa la copia. Ora (anno ìMi) la Imolese Biblioteca possiede intera la copia autentica del Commento di Benvenuto sulle tre Cantiche Inferno — Puriratorio — e Paradiso di Dante. Motore di tanto acquisto alla Patria di Giovanni ed Alessandro da Imola luminari di Giurisprudenza;