Pagina:Commedia - Paradiso (Buti).djvu/8

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
     v i i i

siche astruserie, che non sono da quella età? Già la Grammatica nei sette e otto anni è inopportuna; ma pazienza! almeno le regole fossero esposte con precisione e chiarezza. — Gli articoli sono parole che si premettono ai nomi. — E come una definizione così monca da tacerti il perchè l’articolo si antimette al nome?Determinativi si dicono gli articoli il, lo, la, perchè si prepongono ai nomi esprimenti un oggetto già determinato. Indeterminativi si dicono gli articoli un, uno, una, perchè si prepongono a’ nomi esprimenti un oggetto indeterminato — . Oh la chiarità di tali rudimenti! Non v’incresca udirne altri di questi Seri precettisti — Il nome è parola che indica una cosa — 1. Iddio, gli angeli, gli uccelli, io, tu, la virtù eccetera saranno cose? L’aggettivo si dice qualificativo, se indica una qualità; e determinativo, se indica una determinazione. Eccoti la consueta luce. Ma dalla Grammatica sagliamo al Modo di scrivere bene2, §. I. Definizione e scopo della costruzioneL’arte che insegna a mettere insieme le parti del discorso in guisa che formino proposizioni, e che inoltre dimostra la maniera con cui queste proposizioni si abbiano a connettere tra loro, perchè sia espresso o colla favella o colla scrittura quel concetto che nella mente nostra prima si ideò e poi si modificò o contemporaneamente alla concezione primitiva del pensiero

  1. Il Piccolo compendio della Grammatica italiana per le scuole elementari inferiori, estratto dalla nuova Grammatica di Cipriano Mottura e Giovanni Parato.
  2. Del modo di scriver bene, Trattatello ad uso degli studenti di lettere italiane nelle scuole tecniche del regno, compilato da Pierluigi Donini professore di Lettere italiane, Geografia e Storia nel Collegio di Dora in Torino.