Pagina:Compendio della poesia tragicomica.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

COMPENDIO

DELLA

POESIA TRAGICOMICA.



La favella umana, maraviglioso dono d’Iddio all’uomo, fu conceduta perchè potesse manifestare i sensi dell’animo: in modo che si può dire, che lo intelletto sia una muta favella, e la favella un intelletto parlante, che diè matera a’ nostri teologi di ordinare le due preghiere che a Dio si porgono, l’una vocale, che si fa con la lingua, l’altra mentale, che si fa con lo spirito. Ora essendo la lingua ministra dell’intelletto, bisogna che ella il vada secondando e servendo, e si trasformi di sì fatta maniera in lui, che quanto egli pensa, tanto ella parli, e