Pagina:Compendio della poesia tragicomica.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


è tanto propria del nostro caso, che la figura è quasi la stessa cosa col figurato, essendo la poesia niente altro, che 'l verisimile imitato. Or non s'è detto dianzi che a poesia maneggia fatti e persone? Diasi dunque di fatti e di persone un esempio. Non dice Marco Tullio e Orazio che la commedia è spechio dell'umana conversazione? Diasi un esempio dell'umana conversazione. Non dice Aristotile che la tragedia si fa di persone principali, e la commedia di uomini popolani? Diasi un esempio di persone principali e di uomini popolani. E questo sia la repubblica. Né ciò dico in quanto alla materia di lei, conciossiacosaché ogni città sia necessariamente composta di nobili, e di non nobili, di ricchi e poveri, e, come dice il Filosofo stesso, di migliori e peggiori; ma paro delle forme che nascono dalla diversità di queste due differenze, cioè a dire la potenza de' pochi e la popolare. Or queste due spezie di governo non son elleno infra di loro differentis-