Pagina:Compendio della poesia tragicomica.djvu/67

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


cessario a tutta la vita umana, perciocchè altra differenza non è tra il continente e l'incontinente, che si posson chiamare i soldati della virtù, se non che l'uno non ha compassione al corpo e l'affligge per non aver tormento nell'animo, l'altro è tanto tenero verso il corpo, che si lascia cadere nell'offesa dell'animo, ond'egli ha poi l'angoscia del pentimento. Quinci è nato il proverbio che, medico pietoso fa la piaga verminosa: chè s'egli usasse il ferro, e non avesse quella sciocca pietà per non dar pena allo infermo, per poco male che gli facesse, il camperebbe da morte. Il medesimo è nel soldato; il quale, se è troppo di sè stesso, fugge le fatiche e i pericoli: onde poscia avvien di leggieri, che egli, o lasciando gli ordini, o volgendo le spalle, o altra cosa operando indegna di lui, cada in infamia, e poi se ne crucci e sia degno di vera compassione. Così il padre, così il maestro troppo a' discepoli e a' figliuoli indulgente, così il giudice, così il pren-