Pagina:Cordelia - Dopo le nozze, Milano, Treves, 1882.djvu/202

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
188 ordine


Confesso anch’io che alcune volte sarebbe da preferirsi un po’ di disordine alla noia di dover tutto porre in assetto, ma quando si pensa ai vantaggi che se ne ricavano ci piglieremo volontieri un po’ di cura per mantenerlo, e non sarà certo difficile ove si abbia riguardo di rimettere al posto una cosa subito dopo averla adoperata. Ma se siamo disordinati credo che lo dobbiamo in gran parte alla nostra pigrizia.

Appunto per vincere la nostra natura, che qualche volta si ribella, procuriamo che i nostri figli si avvezzino ad amar l’ordine e a saperlo conservare.

Dovremo esigere che fino da piccini rimettano a posto i loro balocchi dopo aver giocato, più tardi i loro libri, in seguito gli oggetti di abbigliamento; ma perchè ciò riesca possibile, destiniamo loro un armadio con diversi scompartimenti, affinchè si avvezzino a tener separati i balocchi dai libri e questi dagli oggetti di specie diversa; procuriamo loro delle scatolette per