Pagina:Cordelia - Dopo le nozze, Milano, Treves, 1882.djvu/203

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ordine 189


le cose minute, ed ogni tanto passiamo in rivista i loro oggetti per vedere se sono tenuti in pieno ordine. È cosa tanto da poco, che si dovrebbe fare con tanto piacere, il tener un po’ d’ordine nelle cose proprie, e se tutti lo facessero, con tutta facilità l’ordine regnerebbe anche in un grande appartamento abitato da una famiglia numerosa. Molti individui ordinati formano una famiglia ordinata, e basta un solo disordinato per portare lo scompiglio dove passa e dove mette mano, come basta un uragano a distruggere l’opera di molti giorni e di molte forze riunite ad un solo scopo.

Eammentatevi che l’ordine è la vita, la pace e la calma, e il disordine è la distruzione e la morte.