Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume II (1857).djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo settimo 85

niva fatto. Come fu sempre pieno di deferenza ai desiderii di suo fratello, l’Adelantado si spogliò incontanente del suo comando, e prese la via di San Domingo. Appena giunto, fu carcerato e messo in catene in un’altra caravella, dimodochè i tre fratelli si trovavano isolati, privi di notizia gli uni degli altri, tenuti in segreto e nella privazione d’ogni cosa.

L’Ammiraglio non aveva che la veste leggera che portava nel calore del giorno al momento della sua carcerazione: chè Bobadilla si era impadronito di tutti i suoi indumenti, perfino del suo soprabito, sayo, veste lunga che somigliava pel colore e la forma alla tunica de’ Francescani1. Sulle pietre della sua segreta, co’ suoi dolori reumatici, e quelli della gotta, egli dovette patire crudelmente di freddo nella notte, poich’era quasi ignudo, desnudo en cuerpo. I vili alimenti ond’era cibato si componevano di ciò che gli altri ributtavano. Perchè un vecchio marinaio abituato alle privazioni si lamentasse della sua razione di carcerato, bisognava che fosse ben nauseante.

Mentre pativa così cattivi trattamenti2, senza pur sapere di quali colpe lo si accusava, Bobadilla cominciava il processo delle ribellioni scoppiate nell’isola. Ma invece di carcerare, secondo gli ordini della Regina, coloro che si erano ribellati contra l’Ammiraglio e i suoi fratelli, rovesciato il senso delle sue istruzioni, chiamò tutti i ribelli, i faziosi, i colpevoli, i prigionieri che aveva fatto mettere in libertà, a venire a deporre contra l’Ammiraglio, l’Adelantado, perfino contra il pacifico don Diego Colombo. La riunione di questi uomini senza fede dissipò l’interesse involontario suscitato dalla carcerazione dell’Ammiraglio. Tutti coloro che la sua chiaroveggenza aveva sturbato nelle

  1. Cristoforo Colombo, Lettera ai Re Cattolici scritta dalla Giammaica il 7 luglio 1503. — Il Sayo specie di soprabito molto lungo, senza bottoni nè bottoniere, che discende sino alla metà della gamba è il vestito particolare dei paesani Spagnuoli. Questa parola, il Sayo, sembra una prova novella dell’umiltà dell’Ammiraglio, e del suo costume. Anche quando egli non vestiva l’abito francescano, cercava ciò che vi si accostava di più pel colore e la forma.
  2. Parole di Cristoforo Colombo. “Desnudo en cuerpo; con muy mal tratamiento.” — Cuarto y último viage de Colon.