Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume II (1857).djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo primo 11

spingeva verso l’est-nord-est; ed accostandosi, riconobbe presso il capo Lapa un’imboccatura molto più stretta di quella della Bocca del Serpente: il romore e l’agitazione delle onde non erano minori. Diede addietro così per trovare un’altra uscita, come per comunicare cogli abitanti del paese, e seguì la costa occidentale. Quanto più si avanzava, e tanto più trovava l’acqua dolce e gradevole. Appena scoperti dei terreni diboscati e messi a coltura, l’Ammiraglio mandò a terra Pietro di Terreros con una schiera di uomini: trovarono sentieri praticabili, fuoco, pesce ed una casa senza tetto: videro una gran copia di scimmie, ma nessun abitante. L’Ammiraglio navigò ancora oltre la riva per otto leghe, e mandò di nuovo genti a terra. Furono trovati eccellenti porti, molte terre coltivate, alberi da frutti succulenti ed una specie di uva; ma senza potere scoprire alcun indigeno. Esercitando sin dall’infanzia i loro sensi, gli indigeni acquistavano una tale superiorità. di veduta e di odorato, che vedevano gli stranieri prima di essere da loro veduti, udivano i loro passi, riconoscevano le loro tracce, e così toglievansi al loro incontro: per questo alla terra di Grazia, e nell’isola della Trinità, gli Spagnuoli non avevano potuto sorprenderne alcuno.

Essendo quel giorno una domenica, Colombo comandò di celebrarla su quella nuova terra, di cui prese possesso nella solita forma. Fu alzata una gran croce1 nel punto culminante della riva, e il nome del Redentore risuonò su quella plaga sconosciuta: l’Ammiraglio fuvvi rappresentato dal suo virtuoso maggiordomo, il capitano Pietro de Terreros2, perchè la sua oftalmia lo costringeva in quelle ore a rimaner chiuso al buio. Il primo europeo che ponesse il piede sul Nuovo Continente fu dunque Pietro di Terreros, e il secondo, Andrea di Corral.

La dimane, lunedì 6 agosto, l’Ammiraglio costeggiò. Un piccolo canotto montato da cinque Indiani passò presso la piccola caravella, il Corriere, la cui leggerezza permetteva di accostarsi

  1. «Una gran cruz hincada en tierra.» — Deposizione di Hernando Pacheco, nell’ottavo interrogatorio del processo.» — Pleyto, Probanzas del Almirante.
  2. Muñoz, Historia del Nuevo Mundo, lib. VI, § 26.