Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume II (1857).djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo quinto 63

verrebbero a liberarlo, respingeva il confessore, affine di guadagnar tempo, e protrarre il terribile momento. Roldano, indegnato della sua codardia, comandò fosse gettato dall’alto delle mura nel fosso1. Rispetto a Guevarra il gran-giudice lo tenne in prigione sino al 13 giugno, e allora lo mise nelle mani di Gonsalvo il Bianco, commettendogli di condurlo all’Ammiraglio, ch’era ancora alla Concezione.

I contumaci, condannati regolarmente, erano agli estremi. L’Adelantado da un lato, e il gran-giudice dall’altro mettevano contro di essi ad esecuzione la sentenza criminale ovunque veniva loro fatto di sorprenderli: perciò conducevano seco un prete, affinchè questi miserabili potessero almeno confessarsi e ottenere l’assoluzione.

La prontezza del castigo, l’inflessibilità del gran-giudice, la sua deferenza ai menomi desiderii del Vice-re, fecero cader di animo i ribelli, i quali presero la fuga. Gli uomini ben intenzionati sentironsi assicurati, gl’indigeni rientrarono sotto l’obbedienza della Castiglia, e ricominciarono a pagare i tributi. I coloni pacifici poterono intraprendere i gran lavori di coltura a cui gl’incoraggiava l’Ammiraglio. Si moltiplicavano le piantagioni, i greggi e gli armenti crescevano: la tranquillità regnava in tutta l’isola, e uno Spagnuolo isolato poteva traversarla con sicurezza, anche senz’armi. Già un certo numero d’Indiani cominciavano a vestirsi, a vivere all’europea, a dimandare il battesimo, a dismettere la loro vecchia usanza delle abitazioni isolate, lo che permetteva d’istruirli più facilmente nella religione cristiana. L’avvenire della colonia si annunziava sotto felici presagi. L’Ammiraglio si teneva sicuro, che, prima di tre anni, i soli diritti regi riscossi nell’isola ammonterebbero per lo meno a

  1. Approfittando dello sbaglio di Herrera, una certa scuola ha complettamente snaturato questi fatti, attribuendoli a Colombo, che in allora era assente, e non li conobbe poi che per deplorarli. Abbiamo dovuto inserirli qui, conforme alla verità, e non dietro una versione contro la quale anticipatamente protestavano le proprie testimonianze di Cristoforo Colombo, re del figliuol suo Don Fernando.