Pagina:Cuoco - Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799, Laterza, 1913.djvu/367

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


I


Di Vincenzo Cuoco e del suo mirabile Saggio storico si è, in questi ultimi tempi, scritto tanto (e da taluno anche assai bene1, che si potrebbe quasi, per questo volume, far di meno di Nota bibliografica. Mi limiterò quindi ai punti piú importanti.

Delle due parti, onde consta l’opera che ora si ripubblica, pare assodato che la seconda, le Lettere a Vincenzio Russo, le quali, piú che appendice, sono, per dir cosí, la chiave del Saggio in quanto dánno, con la perspicuitá e ordine peculiari dell’esposizione teorica, il sistema politico, e non politico soltanto, da cui moveva l’autore nella sua critica storica; pare assodato, dunque, che siffatte lettere, nonché essere suppositizie e composte dopo il Saggio, siano state scritte per davvero, almeno in abbozzo, durante gli ultimi tempi della breve esistenza della sventurata .repubblica partenopea2. Altrimente, come mai avrebbe potuto il Cuoco, senza incorrere in una sciocca bugia, asserire d’esser «do-

  1. La migliore monografia sul Cuoco resta sempre quella di Michele Romano, Ricerche su V. C. politico, storiografo, romanziere, giornalista (Isernia, Colitti, 1904), sulla quale è da vedere l’importante recensione del Gentile, in Critica, iii, 39. Anteriore, ma anche inferiore, Nicola Ruggieri, V. C., Studio storico-critico con una appendice di decc. inediti (Rocca San Casciano, Cappelli, 1903: vol. ii delle Indagini di storia letteraria e artistica, dirette da Guido Mazzoni: cfr. Croce in Critica, i, 298). Si veda anche A. Butti, La fondazione del «Giornale italiano» e i suoi primi redattori (Milano, Cogliati, 1905, estr. dall’Arch. stor. lombardo), e principalmente Gaetano Cogo, V. C., note e docc. (Napoli, Iovene, 1909). Utili sempre a consultarsi i fondamentali Studi sulla rivoluz. napoletana del 1799 del Croce, di cui è uscita testè presso il Laterza la terza ediz,, piú che raddoppiata. Non cito gli eccellenti lavori del Gentile, perché, piú che il C. storico, riguardano il C. pedagogista. D’altronde, mercé i libri che ho menzionato, sará facile al lettore ricostruire completa la bibliografia del Cuoco.
  2. Si veda Romano, op. cit., c. ii.