Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/133

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 DOU — 129 — DRE 

Modanatura delle bocche da fuoco sotto a‘rinforzi. V.Bouches à feu.

DOUE , Douelles, Douves s. f. Doghe. Di quercia o castagno compongon principalmente le botti e i barili, e son frenate da’ cerchi.

DOUILLE De bayonnette. Manico di baionetta: i nostri artefici il dicono tubo. V.Baionnette.

De hayon. Manicotto di portellina. In generale è sempre un ferro incavato che riceve un legno.

De lance. Gorbia di lancia: nelle nostre Armerie puntale.

De servante. Mantelletto di puntello. Parte di ferro apposta al puntello di una macchina per tenerla orizzontale, quando è tolta dall’ avantraino.

De tenon de manoeuvre. Manicotto. I nostri artefici il chiamano tufolo, e ve ne son quattro agli affusti da mortai e due a quelli di assedio.

D'OUTRE En outre. Da parte a parte, da banda a banda. Dicesi di ferite.

DRAGÉES s. f. Pallini. V.Petit plomb.

(Grosses). Ciceroni.

(Petites). Migliarola.

DRAGON s. m. Dragone. Era l’insegna della coorte , come il vessillo della centuria , e l’aquila della legione.

DRAGON s. m. Dragone. Soldato di cavalleria che tiene un mezzo tra il pesante ed il cavaliere leggiero , detto anticamente archibugiere a cavallo.

DRAGON s. m. Drago. Nome dato anticamente alla bocca da fuoco da 40 libbre.

Volant. Serpentino. Altra specie di antica artiglieria da libbre 32 di palla.

DRAGONAIRE s. m. Dragonario, dragonero, dragoniero. Colui che portava il Dragone. Il moderno portabandiera.

DRAGONNE s. f. Dragona. Ornamento che noi chiamiamo fiocco e i Toscani nappa.

DRAGUE s. f. Draga, raccoglitore, barbetta. Pala grande con ferro piegato per minatori. V.Outils.

DRAPEAU s. m. Drappello. Drappo posto per insegna in cima d’asta. In un battaglione sonovi due drappelli portati dal primo e dall’ultimo serrafila per gli allineamenti, e da noi con assai bel modo chiamano Guide generali.

Blanc. Bandiera bianca o della pace. Segno di resa dell’assediato.

DRAPEAUX (Aux). Alle bandiere. Battute di tamburo o tromba. V.Sonneries.

DRAPEAUX Ployés. Bandiere nel sacco. Contrario di bandiere spiegate (drapeaux déloyés); ed è condizione vergognosa imimposta alcuna volta a vili difensori.

DRAPEL s. m. V.Drapeau nel primo significato.

DRESSAGE Du canon. Drizzamento. drizzatura della canna. Operazione cui si assoggettan le canne prima della mola.

Du fer. Drizzamento del ferro. Si fa sul ferro dopo averlo tirato. ‘

DRESSER v. a. Addestrare. È lo ammaestrare od esercitar le milizie nelle armi.

Des pièges. Tendere, mettere, ordire agguali, o insidie.

Le mortier. Dirizzare il mortaio. Evvi un comando: Drizzate il mortaio, per metterlo verticale e caricarlo.

Le plan. Fare , o formare la pianta. Disegnare la proiezione orizzontale di un’ opera.

Les tentes. Attendare, o attendarsi. Rizzar le tende , porre gli alloggiamenti, accamparsi sotto le tende.

Un cheval. Maneggiare, addestrare un cavallo. Esercitarlo al maneggio.

Une embuscade. Ordire, apparecchiare un’ imboscata.

DRESSEUR s. m. Dirizzatore. Artefice che dirizza le canne, o ad occhio siccome fanno i nostri, o per via d’un filo di ottone steso sopra un arco.

DRILLE s. f. Trapano imbrigliato. Adoprasi a mano col farlo girare verticalmente,

DRISSE s. f. Striscia. Cavo il quale serve ad alzar le vele ed i pennoni lungo gli alberi.

DROIT Militaire. Codice militare. V.Code.

DROME s. m. Appoggio. Lungo e forte legno collocato in un'officina di falegnami per mantenere gli altri pezzi.

DROSE s. f. Drozza. Corde o palani per avvicinare i cannoni alla murata.

DUCTILITÉ s. f. Duttilità. Proprietà di alcuni metalli , onde premuti o percossi si appianano senza scontinuare le molecole.

DUEL s. m. Duello. Combattimento tra due, fatto per disfida.

DUNE s. f. Duna, calbaione, cotone, tumolo, tumulo, tombolo. Rialto di sabbia vicino al mare.

DURÉE Des armes. Durata dell’ armi. Lo Stato assegna un certo tempo a ciascun‘arme, 50 anni per esempio ad un fucile.

DURETÉ De la poudre. Durezza della polvere. Qualità essenziale per la conservazione; sicchè richiedesi che stropicciata sulla palma della mano, non lasci niuna traccia di nero.

DYNAMOMÈTRE s. m. Dinamometro. Strumento inventato dal Regnier per misurare le forze relative degli uomini ne‘ diversi movimenti.

EAUX De cuite. Acque di cotta. Le acque