Pagina:De gli horologi solari-1638.pdf/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

l'Horologio Orizontale la persona mia, resa inutile col venirmi impediti i raggi della gratia di quel Sig. da certi malvaggi di mala tacca, figurati nelle nuvole per molti rispetti, particolarmente per la somiglianza della nascita loro, quelle dal fango della Terra, e questi dalla feccia della Plebe. In quest’altra (con rinovando l’istesso proposito) nelle nuvole dileguate, hò voluto esprimere, che se bene alla fine tutta quella Marmaglia si sperse, e fù tolta dal Mondo, essere nondimeno ciò avvenuto tardi per me, già fatto vecchio, rappresentato nell’Horologio Verticale volto à Ponente, e quando il Sole, cioè S.A. era vicino all’Occaso, col Motto, Intempestivo e tardi, tolto dal Petrarca nel Sonetto, Che fai, che pensi? parendomi che non solo esplichi al vivo il mio sentimento; ma risponda ancora molto bene al Motto della prima, Quall’hor rimosse: Se così parerà ancora à lei la prego volerla fare intagliare ò in Rame, ò in Legno, come le parerà meglio, & haverà artefici più idonei; e per gratia mi compatisca, se meno del convenevole uso la sua cortesia, e se alla tãte brighe che hà hav-