Pagina:Deledda - Il flauto nel bosco, Treves, 1923.djvu/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Un dramma.

Il triste avvenimento, del quale il giovine studente aveva avuto tante volte paura, sebbene sfidandone e deridendone la minaccia, e anzi cinicamente augurandoselo, era pur troppo finalmente accaduto.

La mamma se n’era andata via di casa.

— Ecco, leggi, — disse il padre, entrando in camera e svegliandolo. E anche il padre se n’era andato all’ufficio, come se nulla fosse, poiché c’era il foglio di presenza, e per nessun avvenimento ove non c’entrasse la morte o qualche cosa di simile egli avrebbe tradito i suoi doveri e la sua dignità di impiegato.

Il figlio era rimasto col foglietto in mano, nel suo letto caldo e pulito, nella sua camera luminosa in disordine, con un’angoscia di brutto sogno che lo irrigidiva tutto.

La mamma avvertiva, con poche parole secche, su quel foglietto, che come per la millesima volta aveva minacciato la sera prima, se ne andava.