Pagina:Deledda - Il paese del vento, 1931.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 116 —

intorno. No, nulla di male ci può accadere, quando siamo sicuri di voler solo il bene.

Ecco dunque, verso sera, l’orizzonte si coprì di nuvole simili a montagne di lava, con viottoli rossi che vi serpeggiavano fiammeggiando: il vento cominciò solo il giorno dopo, verso mezzogiorno, e la stessa Marisa annunziò che sarebbe stato violentissimo.

Ma nulla avevamo noi da temere, poiché in casa c’erano provviste per otto giorni, e legna, e candele, e petrolio.

Ci mancava solo da leggere, e mentre la donna finiva di rigovernare, mio marito fece una corsa al paese per procurarsi giornali e qualche libro.

Io uscii sullo spiazzo davanti la casa, dove il vento arrivava attenuato, poidié soffiava da nord-ovest, e sconvolgeva i salici e i pioppi solo a sinistra della nostra abitazione, traversandoli con la sua fiumana violenta che andava a sfogarsi nel mare. Si vedeva la sabbia dell’arenile sollevarsi come un vapore giallo, e uccelli e