Pagina:Deledda - Il paese del vento, 1931.djvu/158

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 152 —

no pagare, s’intende, — disse Marisa, scalmanata e affannata come se i preparativi del banchetto pesassero su lei. — Ci andrà persino il povero signor Fanti, che è poi cognato dell’albergatore, perché le mogli sono sorelle. E la signora Fanti aiuta a preparare bene le cose.

Per burlarmi di lei, io ribatto:

— Mi piacerebbe ci venisse anche tuo marito.

E lei spalanca gli occhi, ride, si fa seria.

— Lui non ce lo vogliono: sarebbe cosa troppo scandalosa. E lui, poi, non ci verrebbe davvero.

— Speriamo, almeno, non venga a buttarci una bomba.

— Oh, se accadranno disastri saranno di altro genere, e alla fine del banchetto. Vedrà, — ella annunziò con malizia. — Intanto ci saranno cinquanta fiaschi di vino da pasto, trenta bottiglie di vino vecchio, venti di spumante. Intanto ci saranno cento polli, mezzo quintale di pesce, una vitellina da latte, cinque zuppe inglesi. Intanto....