Pagina:Deledda - Il paese del vento, 1931.djvu/95

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 89 —

gno accendeva il fuoco. Quando spalancò l’uscio della camera da letto, vidi la fiamma nel camino; e sullo sfondo come di sole sorgente la figura di lui mi riapparve quella che era stata fino al momento in cui il sacerdote aveva congiunto le nostre mani: l’immagine vivente dell’amore.



La mattina seguente venne Marisa. Mio marito si alzò per aprirle la porta; e li sentii ridere e confabulare nella cucina, mentr’ella accendeva il fornello e preparava il caffè. Egli domandava notizie del paese, del farmacista, delle cose del Comune. Le cose del Comune non andavano troppo bene: Marisa lo sapeva, perché tutti in paese ne parlavano: si era pieni di debiti e il Consiglio comunale, poiché in quel tempo non c’erano ancora i podestà, doveva essere sciolto.

— Verrà un commissario prefettizio: perché non si fa nominare lei?