Pagina:Deledda - La danza della collana, 1924.djvu/135

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


terreno: e adesso ha l’impressione che egli voglia corteggiare anche lei.

Eppure egli non le rivolge la parola: solo la guarda di nascosto, esaminandola da capo a piedi e viceversa: ed ella sente quello sguardo tra ingenuo e malizioso correrle addosso come il filo di un ragno; però, dopo averla percorsa ben bene sulla superficie del vestito e intorno alla testa avvolta nella veletta, lo sguardo gira sul collo ancora segnato, sotto il mento, da una linea giovanile, e si compiace di quel solco lievemente voluttuoso; poi accarezza la nuca e un ricciolo che vi sfugge furtivo; infine penetra nella scollatura del vestito e tenta di frugarvi dentro.

Allora lei volse bruscamente le spalle all’importuno, e tornò a guardare fuori del finestrino; mettendo la borsa al riparo del suo fianco: vide d’improvviso la strada in salita spalancarsi, come in cima a un’altura, e sopra il muro di un giardino un paesaggio di pini, di cipressi e di rose sullo sfondo del cielo d’oro.

Le parve il bastione di un’altra città invisibile: e sentí