Pagina:Deledda - La danza della collana, 1924.djvu/240

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


È lei anzi il centro della questione, e tutto dipende dal suo cuore.

FIGLIA

Lei lo ha detto: il mio cuore è duro. Io studio scienze.

STRANIERO

Io ho studiato scienze prima di lei e il mio cuore è il cuore dell'uomo secondo le leggi della natura.

FIGLIA

Ma come lei non può amare concretamente uno che non conosce, cosí io non posso amare né aver pietà sincera del suo amico.

STRANIERO

Lasci però che ne abbiano pietà gli altri.

FIGLIA

Io credo di fare il mio dovere difendendo mia Madre da un sentimento che potrebbe farla soffrire: per evitare il dolore bisogna esser duri con noi stessi e con gli altri.

STRANIERO