Pagina:Deledda - La via del male, 1906.djvu/35

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la via del male 33

cugina. Ecco, a te questi baci cattivi; a Sabina i baci buoni... perchè tu sei cattiva, e Sabina è buona.

— Ecco, qui, forse qui. Qui va bene — disse poi a voce alta, fermandosi sotto una specie di pergolato, dietro una roccia in fondo alla vigna. Qui potremo baciarci...

L’immagine insidiosa di Maria era scomparsa; restava, dietro la roccia coperta di vite, la dolce figurina della serva bionda, col cestino dell’uva sul capo.

Ma intanto nella vigna erano scese molte cutrettole dalla coda fremente, e piluccavano l’uva prima di andarsene a dormire nei loro nidi di foglie. E Pietro dovette svegliarsi dal suo sogno amoroso per correre verso la vigna, battendo le mani e fischiando. Lo stormo delle cutrettole si sollevò, rumuroso e allegro, sperdendosi nell’aria pura del primo crepuscolo: la brezza trasportava giù, fino ai piedi di Pietro, le foglie cadute dai peri.