Pagina:Deledda - La via del male, 1906.djvu/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


III.

Ma il giorno della vendemmia Sabina non scese alla vigna.

— E tua cugina, perchè non è venuta? — chiese Pietro a Maria.

La giovane padrona lo guardò con gli occhi maliziosamente socchiusi, e scosse la testa.

— Il padrone non glielo ha permesso. Poi Maria salì alla capanna per cuocere i maccheroni: a mezza china si fermò con una piccola ragazza dal visetto roseo, chiamata Rosa spinosa, e Pietro le vide entrambe ridere e accennare verso di lui. Una tristezza rabbiosa lo assalì come una febbre maligna: per tutta la giornata egli tacque o pronunziò solo qualche parola sgarbata. Passando vicino alla roccia, dove aveva sognato di baciare Sabina, stringeva i pugni e sputava.

Sì, le donne lo deridevano. Perchè? perchè era povero. Ebbene, egli si beffava delle donne, ecco!

— O lavori, o dò una pelata a te e al tuo cestino, — disse rozzamente a Rosa spinosa, che gli andava dietro scherzando e non raccoglieva i grappoli spiccati da lui.