Pagina:Dell'obbedienza del cavallo.pdf/365

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
338 PARTE

de in quelle razze dove si dà gli stalloni senza cognizione di causa a capriccio, e senza metodo alcuno, dal quale ha origine la mancanza della bontà, e bellezza dei Cavalli, di cui doverebbero abbondare le razze tutte dei Sovrani, per le ragioni addotte di sopra.

Non essendo meno utile e necessaria la razza dei Muli di quella dei Cavalli, non deve trascurare il direttore di formarne una con gli scarti, e riforma anticipata delle giumente della razza corsiera sicuro che così facendo non riuscirà questa nel suo genere punto inferiore all’altre; e per non essere obbligato a dovere andare in cerca degli stalloni di buona qualità per essa, può tenere nella pastura istessa tre o quattro somare ben formate, di statura più grande che sia possibile, e di buona cassa per poterli ricavare da queste senza spesa nè incomodo alcuno, e averà anche il vantaggio, ch’essendo li stalloni allevati assieme con le Cavalle, più facilmente e con meno avversione gli uni e le altre al suo tempo si uniranno insieme, anche da per loro in campagna aperta, come è seguito a me di vedere con somma mia maraviglia perchè non lo credevo possibile.