Pagina:Dell'obbedienza del cavallo.pdf/374

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

QUARTA 347

tre, e dalla qualità della pastura, e custodi ad essa additti.

E perchè dalla razza della sopraddetta qualità opportuno è di formarne anche una di Muli, con la riforma anticipata delle Cavalle corsiere (perchè da quelle delle Ginette riuscirebbero i prodotti troppo piccoli) possono farsi coprire tali Cavalle per l’ultima volta dal solito stallone nel pigliare dei quindici anni, e di sedici e diciassette farle cuoprire dall’Asino, per avere due redi muli, che non faranno di meno valore dei Cavalli.

Venti Cavalle per stallone dato in campagna in piena libertà, come si dirà in appresso, è il numero in genere che può fissarsi per regola, poichè quel preciso che richiede ciascheduno in particolare, deve esser relativo alla specìfica qualità sua, poichè può darsi più numero a chi è dotato di complessione più forte e robusta, e meno a chi è di complessione più gentil e gracile.

E’ inutile il figurarsi, come fa taluno, di poter dar regola alla natura in genere di generazione, ed è prefunzione il darsi ad intendere di poter prevenire l’immaginati difetti di essa.

Ne interroghi i filosofi per sincerarsene, chi non approva quel sentimento che io ho adottato solo dall’esperienza, e resterà convinto dalle ragioni loro, che falso ed affatto fuor