Pagina:Dell'obbedienza del cavallo.pdf/404

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

QUARTA 377

ed incomodi, e di questa devesene assegnare una porzione la più lontana che sia pollibile al branco dei Polledri, nella quale è necessario che vi sia l’abitazione dei custodi, un capannone con suo fienile sopra, rastregliere, e mangiatoie sotto, provisto d’acqua di polla, perchè sia calda in questa stagione, e non sottoposta a diacciare, con il suo abbeveratoio, ed argano, o tromba, perchè possa con più facilità essere ripieno; e perchè i Polledri sono più forti, così avendo bisogno di meno custodia, e di minor comodo, può il capannone essere aperto da tutte quattro le parti di fuora, quando il clima lo permetta, essendo per loro bastante difesa quella che ricevono dalle mangiatoie e rastregliere che vi sono dentro, quando sono piene di fieno, e l’acqua basta che sia in una adequata distanza fuori di esse; Egli deve servire ai medesimi per ricovero e difesa, allorché l’istinto loro naturale senza che sia fatta loro forza alcuna gli obbliga a mettersi al coperto dalla pregiudiciale intemperie dell’aria, e dalle burrasche, e perchè possano ritrovare in esso il loro sostentamento, sì in questo tempo che quando manca alla campagna la pastura, come suol seguire nel fine di questa stagione.

E nel contorno suo è opportuno che vi siano diversi riservi d’erba naturale, ed altri di erba seminata per il soggiorno, nei tempi buoni, di quelli che divengono magri, e dei con-