Pagina:Della Porta - Le commedie I.djvu/132

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
122 la carbonaria

buon garbo, giovane di diciassette overo di diciotto anni, dell’etá tua e di Melitea che sète poco differenti di etá e di persona; e che gli ne dia quanto ne vuole per un suo disegno molto importante, e gli dia i cento scudi per caparra.

Pirino. Appresso?

Forca. Appresso vestiremo Panfago, che non è conosciuto da Mangone, da raguseo — perchè avemo inteso da lui, questa mattina, che voleva andar al molo a comprar schiavi, — che dica esser fattor del raguseo e gli venda voi per schiavo, per quello prezzo ch’egli vuole, perchè vi meni a casa. Esso, perchè spera guadagnarvi con Filigenio vostro padre, da cui n’è stato pregato, vi comprará sicuramente. Come sarete dentro, arete agio da trattar con Melitea: e portando con voi un cartoccino della medesima polvere, tingerete la faccia e le mani a Melitea e la vestirete delle vostre vesti; e voi lavandovi mezanamente le mani e la faccia, vi vestirete delle sue e vi chiuderete in camera.

Pirino. Che n’averrá per questo?

Forca. Verrá vostro padre per lo schiavo. Mangone, pensandosi vendere lo schiavo che ha comprato, gli venderá Melitea; e cosí vostro padre se la menará a casa. Ecco fin ora Melitea in casa vostra.

Pirino. Giá comincio ad intendere. O bello inganno! e il meglio che abbia, è che ha del verisimile e del naturale; e chi non ci restarebbe ingannato? Ma come caverai me di casa sua?

Forca. Se avete pazienza di ascoltare, lo saprete. Vo’ che quando il parasito vende lo schiavo a Mangone, gli prometta mandar un presente di cose della nave per far amicizia seco e tener ragione insieme, acciochè, sempre che verrá in Napoli, gli riempia la casa di schiavi e poi partire il guadagno. Trovaremo quattro facilini giovanetti del vostro tempo, li vestiremo da bratti da navi, mezo nudi e mezo impeciati, neri, con un cesto in spalla, carichi di provature e di bariletti di vino o malvagia e cose simili; e quando verran dentro, e voi starete su l’aviso e spogliarete uno di quelli e vi vestirete de’ suoi panni e vestirete colui de’ panni di Melitea e scamparete fuora