Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/198

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— 18

6 yota augi unta

Raggrupperò ia questa Nola aggiunta alcune avvertenza anteriormente sfuggitomi; ma che importano troppo (mi sembra) alla delucidazione del teato erodoteo, perchè mi sia lecito di pretermetterle. Al § 170° della Polinnia si legge: E quel tnuro (il muro a difesa del passo delle Termopile) innuUarono i Focosi per il timore che li assalì fposciacht i Tessali venuti dalla Tetprotia erano passati tu quella t-:rre eoliche che ora posseggono. Ma quali erano queste terre, precedentemente eoliche, eussegaentemente tessaliche. che per la loro situazione geografica davano tanta noia ai Focesi, venute che furono in mano di incomodi e prepotenti vicini? Furono indubbiamente i distrettì di Armiaio, di lulco, dì Arneo, posti lungo la costa meridionale della Tessaglia sul golfo Pegasico. Distretti tutti (secondo la più accertata o credibile tradizione) ingoiati, Ha dai primordi delia conquista, dai Tessali venuti dalla Tesprotia e dagli Eraclidi che li conducevano. Fatto immediatamente congiunto colPaltro fatto capitalissimo, del passaggio degli Eoli d’Arneo iu quella regione mediana dell’Eliade, che prese poi da loro un nuovo assetto politico, e un doto nome; il nome di Beozia.

Al § lOQ’^ della stessa PoUnnia troviamo, a proposito della marcia dei Persiani verso la Grecia, questa espressione: Intanto che Serte e le sue milizie terrestri, dopo essere passate attraverso alla Tessaglia e all’Acaia, entrarono il terso di nella regione ÌSaliaca. Quindi più sotto: B dei fiun^i della Tessaglia, il solo Onocono non ebbe acque suffìci’inti a dissetare l’esercito persiano; mentre invece fra quelli discorrenti per l’Araia, a stento l’Epidano ecc. E al principio del seguente Capo 107’; Pervenuto poi che fu Serte ad Alo in Acaia, ecc. Ma delia città di Alo in Acaia, già ci aveva parlato Erodoto anche al Capo 173» di questo medesimo Libro. Ora, in lutti i luoghi sovrallegatì, bisogna guardarsi bene dal confondere V Acaia, di cui si ragiona, dall’Acaia peloponiiesia; altrimenti non ci si raccapezza più nulla. E bisogna sempre intendere quella por l’ Acaia Ftiotica, ossìa per quella parte della Ftiotide (una delle grandi divisioni dell’antica Emonia ) dove gli Achei, dopo certi primieri errori, finalmente posarono; e dove un ramo di loro razza trovò (anche nei tempi storici) un cosi lungo e ben guardato ricetto. La cittì di