Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/422

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— 8 I

Anilrl, soprannominato // Saqgio, padre di Damaso uno dei proci

di Agariste, VI, 127. Amlrteo, ro di Egitto, II, 140; infesto ai Persiani, III, 15. Amiteono, padre di MelamiK), li, 49. Àmmone, nome di Giove presso gli Egiziani. 11,42. Àmmone, suo oracolo in Libia, I, 46; II, 32; origine di

oracolo, 1 1, 55. Ammoni, popolo in Africa, misto di Rtiopi e di Egiziani, II. 32,

42; loro tempio di Giove, derivato dal tempio ’l’ebano. IV,

181; fonie del Solr, scaturigine d’acqua nel loro tciTÌtorio.

IV, 181; distruzione dell’esercito mandato da Cambise contro

di loro. III, 25, 2(’.. Amonfareto, spartano, uno de’ capitani de’ Greci alla battaglii

di Platea, IX, 53-57; valore da lui mostrato in quella tiai taglia, I\, 70; suo sepolcro, IX, 85. Amorfe, è ucciso con altri capitani persiani in un agguato t««o

loro dai Cari presso Pedaso, V, 121. Ampe, città presso la foce del Tigri, VI, 20. Ampelo, promontorio, VII, 122. Anacarsl, Scita molto saggio, IV, 40; tornando in patria, è ac ciso mentre compie riti alla M«dre degli Dei, IV. 76: novell»

che ne sparsero i Greci, IV, 77; gli Sciti negano di awrto

conosciuto, IV, 7G; sua discendenza, ivi. Anacreonte, di Teo, famigliare di Policrate, III, 121. Anafe, figlio di Otane, capitano dei Gissi nell’esercito di Sene,

VII, 02. Ananisfo, luogo nell’Attica, IV, ’.,.!. Anassandrlde, re di Sparta, figlio di Leone, I, 07; V, 39; VII,

204; già ammogliato, per consiglio degli Efori prende un’altra

moglie, V, 39, 40; figli generatigli dalle duo mogli, V, 4I,’I~ VII, 205. Anassandride, figlio di Teopompo, Vili, 131. Anassandro, spartano, figlio di Euricrate, VII, 204. Anassìlao, tìglio di Arcliidamo, Vili, 131. A.na8siIao, figlio di Cretina, tiranno di Regio, VI, 23; VHi

165, 107; per odio verso i cittadini di Zancte, consiglia li

Samì di occupare essa cittii, VI, 23. Anattori, combattono a Platea, IX, 28. AnaTB, città della Frigia, VII,. 30. Anchlmollo, spartano, figlio di Asterò, è spedito da Sparta p^

cucciare da Atene i Pisistratidi, V, 03; muore nella battagliOt

ed è sepolto nel borgo di Alopeca, ici. .\ncora di ferro usata in battaglia da Sofane, IX, 74. Andrea di Sidone, proavo di distene, VII, 126. Andrf, parteggiano per i Persiani, Vili, 06; si rifiutano di

sbor-sar danari a Temistocle, Vili, 111. Andro, isola delle Cicladi, IV, 33; V, 31; Vili, 108; aasediaU

dai Greci, o perché, Vili, lll,o seg.