Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/435

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— 31 e poi ucciso insieme co’ figliuoli goii«rati da esse, VI, 138;

lapidano In moglie e i figli di Licide, IX, 5. ▲ti, figlio di Mane e padre di Lido o Tirreno, re della Lidia,

1,7, 04; VII, 27, 71. ▲ti, figlio di Creso, giovane esimio, I, 3-1, 35; muore trafitto in

nna caccia, per un colpo sbagliato dalla mano di Adrasto, I,

35-43. àacati, nome di quegli Sciti che procedono da Lipossai, figlio di

Targitao, IV, 6. ▲aglio, luogo in Africa ove abbondano le palme, IV, 172, 182. Ànra, fiume che scaturisce dal monte Emo e si scarica nell’Istro,

IV. 40. AnschisI, popolo dell’Africa, IV, 171, 172. Auseii.oi, altro popolo dell’Afric.i, dimorante intorno al lago Tri tonide, IV, 180, 101; loro costumanze», e riti religiosi in onore

di Minerva, IV, 180. Aatcsfoiic, figlio di risamene e padre di Tera, IV, 147; VI, 52. Aotodlco di Platea, padre di Cloade, IX. 85. Àutomull, Kgiziuni passati per defezione in Etiopia, e perchè,

II, 30. Antonoo, eroe; suo tempio, VIII, 39. AaxpsU, divinità greca; statua innalzatale dagli Epidaurì, V,

82, 83. ▲xlo, fiume della Macedonia, VII, 123, 124. ▲xr. città nell’isola di Creta, IV, 154.

Xtaue, Porsiano, figlio di Arteo, condottiero dei Sogdi nell’esercito di Serse, VII, 66. Azirl, luogo ameno in Africa, e città abitata dai Cirenesi, IV,

157, 109. ▲xoto, grande città della Siria, li, 157; resiste per ventinove

anni all’assedio postole da Psammetico, ini.

B

Babilonia, sito ed ampiezza di essa, I, 178 e seg.; sua descrizione: come fabbricata, e quali edifizi più notevoli contenga, I, 179-183; suo mura, I, 178; suo porte, III, 158; tempio di Belo, 1, 181; presa da Ciro, 1, 153, 191; la sua ricchezza ragguaglia il terzo di quella di tutta l’Asia, I, 192; — presa per la seconda volta da Dario dopo lungo assedio, III, 158; sue mura e porte abbattute. III, 159; due insigni regine di Ba