Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/514

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— IIX) —

Nicodromo, di Kgida, figlio di Eiieto, per odio verso gli BgiMli che una volta lo avevano mandato in bando, s’indetta t-ogM Ateniesi per tradir loro la città, VI. 88; non essendo giuotl in tempo {.di Ateniesi, egli fuggo da Kgina, e stabilitosi nel capo Sunio. di là infesta con le scorrerie l’isola natale, VI, 89, 90.

IfiooUo, fi^’lio di Bulide, messaggero dei Lacedemoni, VII, 137.

Nilo, fiume dell’Egitto, sua natur.’i e cagioni delTannoalf ri^ufiamento e allapamentn ili esso. 11, 13, 19, 22, 25; da os«, non spira mai vento, II, 19, 27; generale ignoranza intoroo alle sorgenti del Nilo, e (juel che uno scriba no racconiù ad Krodoto, li, 28: IV, 53; rai’conti dei Nasamoni circa le sorfjenti del Nilo, II, 32-34; numero e nomi delle sue foci, li. lo, 17; suo eorso, li, 10, 17, 29, 31; sopra Elefantina è tutio irto di scogli e però non navigabile per quaranta giorni di cammino, II, 29; suo paragone coU’lstro, 11,26, 33; VI, 50; è malamente d;U più considerato come linea terminiitiva fra l’Asia e la Libia, li, 10; IV, 45: cateratte del Nilo, U, 17; corso del Nilo, tra Elefantina e l’isola di Tocompso, tortnow come quello del Meandro, II, 29; deviazione del corso del Nilo operata dal re Mene: d (li sopra di Mentì, II, 99; iJ Niln ha culto e sacerdoti come un Dio, II. 90; straordinario rigonfiamento del Nilo al tempo del re Perone, II, HI.

Kinfodoro. di Abderu, figlio di Pite, VII, 137.

Sinlve, città metropoli degli Assiri, sulla sponda del fiume Tt;.’ri, I, 102, 106, 193; II, 150; cade in potere di Nitocri revina di Babilonia, 1, 185; assediata invano una volta, e più tardi espugnata da Ciaxare re dei Modi, 1, 103, 106; nome d’una delle porte di Babilonia, III, 155.

Mpsel, po),olo della Scizia, si sottomettono a Dario senza combattere, IV, 93.

Nisa, città dell’Etiopia, 11, I4d; città sacra, per essere stata dimora di Bacco, III, 111 (cfr. 11,140).

Nisea, porto dei Meg.aresi, occupato da Pisistrato durante la guerra megarica, 1, 59.

,’iset, jiome dato a una ra/.za di grossissimi cav.alli nati nel campo Niseo nella Media, III. 106; VII, 40; IX. 20.

Jìfslrì, VII, 99.

,’itetl, figlia di Aprio, mandata da Amasi per moglie a Cambìsc come se fosse sua fif-dia. Ili, 1-3.

Vitocrl, regina di Babilonia, fa eseguire grandiose opere per munire ed abbellire la città; poi s’impadronisce di molte cittA dell’Assiria e della stessa metropoli Ninive, 1. 185, 186; ingannevole iscrizione da lei fatta porre sul proitrio sepolcro. I. 187.

Kltoorl, di Etiopia, regina dell’Egitto, suo tradimento j)er vendicare la uccisione di suo fratello, li, 100.