Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/534

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— 120 Psamml, figlio di Neco, succede al padre nel regno di ^tto, II, 159, 160; conduce una spedizione contro l’Etiopia, II, 161; muore dopo sei anni di regno, e gli saccede il suo flf^oolo Aprio, ioi.

Fsilii, popolo abitante nella parte più interna del golfo Sirtioo; mancando di acqua, fanno una spedizione contro il vento di mezzogiorno, e rimangono tutti sepolti dalle sabbie della Libia, IV, 173.

Psittalea, isola vicina a Salamina, Vili, 76, 95.

Pterla, paese e città della Cappadocia, conquisa da Creso, 1, 76.

Ptoo, tempio dai Tebani consacrato ad Apollo Ptoo, Vili, 135.

Q

Quaranta sorgive del fiume Araxe, I, 202.

Quadrighe, adoperate dai Libi Garamanti per dare la caccia ai Trogloditi Etiopi, IV, 183; i Greci hanno imparato dai Libi l’arte di congiungere i cavalli in quadriga, IV, 189; famiglie ateniesi che mantengono quadriga, VI, 35; corse delle quadrighe, VI, 103; allevamento dei cavalli per le quadrighe, VI, 125; quadriga di bronzo, fatta con la decima parte del prezxo del riscatto dei prigionieri Beoti e Calcidesi, e dedicata dagli Ateniesi a Minerva, V, 77.

Quercia, i capi della quercia, luogo nel monte Citerono, IX, 39.

R

Badlnace, olio di color negro e di tristissimo odore che si estrae da un pozzo nella Persia, insieme con asfalto e sale, VI, 119.

Bampslnlto, succede a Proteo nel regno di Egitto, II, 121; grande quantità di ricchezze da lui accumulate e nascoste in una cella murata del suo palazzo, ioi; storia dei due fratelli rapitori del tesoro di R&m^svtvlto., II., 122; Rampsinito viro