Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/555

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 141 -

Temisone, di Tera, non ostante il giuramento carpitogli da Etearco re di Axo, ne salva da morte la figlia Fronima, IV, 154.

Temistocle, Ateniese, figlio di Neocle, VII, 143; suoi figliuoli,VIII,75; suo prudente accorgimento, VII, 1Oi); induce gli Ateniesi a costruire una flotta a spese pubbliche, VII, 144; interpretando essere le navi il muro di legno indicato dall’oracolo, VII, 143; condottiero dell’esercito ateniese in Tessaglia, VII, 173; ad Artemisio, procura in modo che i duci dei Greci restano in armi. VIII, 4,5; commuove li Ioni alla ribellione, VIII, 19, 22; persuade ad Euribiade di schierarsi con la flotta greca presso Salamina, VIII, 56, 59 e seg.; con un segreto messaggio trae in inganno Serse, inducendolo di venire a circondare la flotta greca. VIII, 74 e seg.; come si comportasse con Aristide, che non gli si mostrava amico. VIII, 79-82; esorta gli Ateniesi alla pugna. VIII. 83; manda un altro messaggero a Serse, e tratta segretamente con esso. VIII, 108-110; esige dagli isolani indebitamente molta pecunia, VIII, 111-113; dagli strateghi, votanti sull’ara di Nettuno Istmio, è giudicato come secondo per merito di valore,VIII, 123, 124; e perchè da quella votazione risultasse primo fra tutti, VIII, 124; grandemente onorato dagli Spartani, VIII, 125; sua risposta alle invidiose parole di Timodemo, VIII, 125.

Temno, città nell’isola omonima, una delle undici antiche città dell’Eolia, I, 149.

Tempe, valle nella Tessaglia, VII, 128, 173.

Tempio: di Giove Cario, comune ai Misi ed ai Lidi, I, 171; di Giove Olimpico in Pisa, II, 7; di Giove Belo, nell’interno della torre di Babilonia, I, 181, 183; di Giove Ammonio, IV, 181; di Giove Tebano in Egitto, I, 182; II, 54, 55, 56; tempio di Giove, eretto all’ombra d’un faggio in Dodona, II, 56; tempio di Diana in Efeso, I, 26; di Amfiarao presso i Tebani, VIII, 134; dell’eroe Andracrate, IX, 25; di Eaco in Atene, V, 89; di Apollo, in Buto, II, 155; di Apollo Triopio, comune alle città doriche, I, 144; di Apollo Ptoo, in Tebe, VIII, 135; di Bacco, vicino a Bisanzio, IV, 87; di Cerere in Atene, V. 77; e in Paro. VI, 134; di Cibele in Sardi, V, 102; tempio di Delfo, consumato dalle fiamme, 1, 50; riedificato splendidamente dagli Alcmeonidi, V, 62 (cf. II, 180); tempio di Diana in Bubasti, II, 137, 138; tempio delle Furie di Laio e di Edipo, in Sparta, IV, 149; e in Micale, IX, 97; tempio Ellenio in Egitto, II, 178; tempio antichissimo di Ercole in Tiro, d’onde è derivato quello di Taso, II, 44; Panionio, tempio particolare delli Ioni dell’Asia, 1, I41, 142, 143; tempio di Latona in Buto, col sacrario di monoliti, II, 155 (cf. II, 175); tempio di Minerva nella rocca di Atene, V, 72, 77; di Minerva, nella città di Sai in Egitto, II, 175; di Minerva Alea, in Tegea, I, 66; IX, 70; di Minerva Pallenide, in Maratona, I, 62; di Minerva Pronea, VIII, 39; di Protesilao, VII, 33; IX, 116; tempio di Venere Celeste in