Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/559

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


145 Timsfrora, padre di Timonace, VII, 98.

Tlmandro, padre di Asopodoro, IX, 69.

Timarete, una delle tre sacerdotesse di Dodona al tempo di Erodoto, II, 55.

Timeslo di Clazomene, fonda la citt& di Abdera, e oe è sbandito dai Traci, I, 168: i Tei che riedificarono Abdera, lo onorano come mi eroe, ioi.

Timna, Scita, tutore di Arìapite, narra ad Erodoto la generazione di Anacarsi, IV, 76.

Timna, padre dlstieo tiranno di Termero, V, 37; VII, 98.

Timo, donna di Paro, ministra delle Dee infernali, prigioniera di guerra di Mìl/.iade, gli suggerisce il modo d’impadronirsi della città, VI, 13’1; i Pari vorrebbero metterla a morte, ma ne sono dissuasi dall’oracolo ili Delfo, VI, 135.

Tlmodemo, Belbinita, sue invidiose parole contro Temistocle, Vili, 125.

Timone, di Delfo, Qglio di Androbulo, VII, 141.

Timonace, figlio di Tima^-^ora, VII, 98,

Timnsseno, comandante di quei di Scio, Vili, 128.

Timpani, suonati nelle feste della Madre degli Dei, IV, 76.

Tindaridi (Castore e Pollnoe) divinità tutelari di Sparta, le cui immagini l’esercito dei Lacedemoni soleva portar seco in guerra, V. 75; ebbero molta parte nelle imprese degli Argonauti, IV, 145; per recuperare Elena rapita da Teseo, fecero un’invasione nell’Attica, IX, 73.

Tlndaro, padre di Elena, II, 112.

Tira, fiume della Sciziu, IV, 11, 47; nasce da un gran lago sui confini settentrionati della Scizia, IV, 51; presso la sua foce abitano gli EUeni detti Tiriti, ir<i; nel paese degli Alazoni accosta.«i al eorso del fiume Ipani, IV, 152; presso le sne rive sono le tombe degli ottimati Cimmeri nccisi dai propri sudditi, IV, 11; e vi si trova la pietra con l’impronta del piede di Ercole, IV, 82.

Tirannia, è un regnò molto fuggevole. III, 53; ingiusti e soel ^lerati effetti del governo tirannico. V, 92 (cf. Ili, 80); tiranni

^Mostituìti da Ilario nella signoria delle città grecbe dell’Asia,

^^BTV, 98, 137, 138; governo tintinic^i riconosciuto nocevole alla

prosperità degli Ateniesi, V, 91.

Tlrinto, città dell’ Argolide, VI, 76, 77; occupata per forza dai servi di Argo, VI, 83; i Tirintì combattono a Platea nelle Schiere dei Greci, IX, 28; pescatori di Tirinto, presi dallo spartano Aneristo, VII, 137.

Tiro, città della Fenicia, con due templi di Ercole, quando fosse edificata, II, 44; i Tiri hanno uu alloggiamento nelle vicinanze del tempio di Vulcano in Merafi, II, 112.

Tirodiza, città nell.t Tracia, abitata dai Perinti, VII, 25.

TirrenU, parte dell’Umbria in Italia, denominata da Tirreno, che vi condusse eoloni Lidi, I, 94; VI, 22; i Tirreni, uniti

^^bio

1001, Itiori» Srodoto, Indiet.

IO