Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/564

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


150 —

giurano invocando il nome di Vesta, IV, 68; è tra gli Dei della Grecia non derivali dall’Egitto, II, 50.

Testi di lino, usate dagli Egiziani, II, 37; III, 47 (cf. VII, 65); vesti di giunchi tessuti, usate dagl’Indiani, III, 98; vesti ai caunahi fatte dai Traci, IV, 74; vesti di lana, vietate a involgerne ì cadaveri degli Egiziani e degl’iniziati ai misteri di Orfeo e di Bacco, li, 81; vesti con disegni di figure dipinte, usate dagli abitatori del Caucaso, I, 203; e dai Sarangi, VII, 67; veste ionica, dorica, corintia e caria, V, 87, 88; veste dorica, usata anticamente da tutte le donne greche, V, 87; veste medica, assai pregiata dai Persiani, III, 84: vesti scinte in segno di lutto, VIII, 99; veste donata in segno di benemerenza, III, 84; VII, 116; fogge delle vesti usate dai diversi popoli militanti nell’esercito di Serse, VII, 61 i’ Be^.

Terglul, presso i Sarniati non possono maritarsi se prima non abbiano ucciso un tieinico, iV, 117; presso gli Adìrroachidi vengono deflorale dal re prima d’andare a marito, IV, 168; in alcuni popoli della Tracia possono liberamente mescolarsi con chi esse vogliono, V, 6; vergini da marito offerte alla pubblica vendita, presso i Babilonesi ed i Veneti Illirici, I, 106; combattimento delle vergini Àusensi nella fe^ta annuale di Minerva, IV, 180; vergini iperboree morte in Delo. IV, 33, 34. 35.

Via Sacra, da Delfo ad Atene, VI, 34; Via Sacra fExampeoj, nome d’un fonte e d’an luogo nella Soizia, IV, 52; via l’atta costruire da Cheope, composta di pietre ornate di vaghi.s8Ìtni intagli, II, 1^; via regia da Efeso a Susa, V, 52-54, vìa tenuta dagli Sciti per giungere fino alla Media, I, 104.

Vicini, i Persiani e i Medi li tengono in pregio maggiore che non i popnli più lontani, I, 134.

Vino, cavato dai frutti della palma, usato dai Babilonesi, 1, 193, 194; dagli Egiziani, II, 86: e dai Persiani, III, 20, ’22; vino estratto dall’orzo, usato in Egitto, II, 77; vino di vigna, usato pure in Egitto dai sacerdoti, e dal popolo nella festa di Diana in Bubasti, II, 37, 60; vino estratto dal frutto del loto dm Lotofagi, IV, 177; vino introdotto in Egitto dalla Grecia e dalla Fenicia, III, 6; vino puro non bevono i Greci, VI, 84; ne bevono intemperantemente gli Sciti, ivi; vino generoso lasciato dai Persiani ne’ propri alloggiamenti, fatale ai Massageti, I, 207, 211, 212.

Vipere, perchè non molto feconde, III, 108, 109; se ne trovano dovunque, III, l(l9.

Vita nniann: Solone le assegna il termine medio nei settant’anni. I, 32; i Persiani negli ottant’anni pongono il termine maisimo della vita, III, 22; e gli Etiopi lo pongono nei cento venti anni, e anco più oltre, III, 23; ragionamento intorno alla condizione della y\\A. umana, VII, 46, 47 (cf. I, 32).