Pagina:Delle strade ferrate e della loro futura influenza in Europa.djvu/144

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
130

rebbe quindi il mezzo più giusto e più sicuro onde ottenere l’intento, se i governi non potessero da se soli intraprendere la formazione delle strade ferrate. Un’amministrazione che sente la sua forza, che apprezza,la sua dignità, che vuole cogliere i frutti della prodigiosa potenza dell’opinione, non si abbassa a mendicar soccorsi dalle società straniere, e se permette alle società indigene l’onore di qualche impresa, ciò esso concede con animo di proteggerle colle ampie sue forze morali e finanziere; essendochè la società privata è sempre un bel ramo del grande albero nazionale più degli altri infiorato, più degli altri fruttifero.

Opinano certuni, che i governi non debbano permettere alle società le imprese di strade ferrate, se non è provato che gli sperabili benefizj corrispondono agli