Pagina:Delle strade ferrate e della loro futura influenza in Europa.djvu/167

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

153

daggi, o tutto al più stabilirli con modiche proporzioni; quello invece che pel fatto delle strade ferrate incontrò debito, o impose al popolo tasse non lievi, quello è costretto di provvedere ai modi di reintegrare il capitale impiegato; cosi le tasse variano a norma delle località, imperciocchè, se non vi è pericolo nel mantenere alte le tariffe su quelle linee stradali, in cui più potente ed inalterabile è l’azion del commercio, dovrà per necessità di condizione esser piccola la tassa su quelle altre linee, in cui minore è il transito. Che se per incamminare il commercio estero sovra un dato punto e toglierlo alla vicina nazione è d’uopo infiorar le vie al commercio, allora le tasse dei pedaggi dovranno essere minime, e fors’anche affatto soppresse.

Le considerazioni, che in parte sol-