Pagina:Descrizione delle medaglie dei Nômi.djvu/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DESCRIZIONE


DELLE MEDAGLIE DEI NÔMI


OSSIA


DELLE ANTICHE PROVINCE E CITTÀ DELL’EGITTO


CHE SI CONSERVANO


NEL REGIO MUSEO DI TORINO


DEL CAV. GIULIO DI S. QUINTINO




Fra le varie e numerose serie di medaglie o monete che l’antico Egitto somministra allo studio dei cultori della Numismatica, se quella delle geografiche, detta altramente dei Nômi, è alle altre di gran lunga inferiore per la copia delle sue medaglie, non la cede però ad alcuna sia per la rarità come pel pregio de’ suoi tipi.

Queste monete essendo state coniate per ordine degli imperatori Traiano, Adriano ed Antonino il Pio specialmente onde render perenne ed onorare la memoria delle città primarie e delle province, nelle quali, a que’ giorni, trovavasi diviso l’Egitto, non v’ha dubbio che per esse, qualora sieno diligentemente consultate, luce grandissima non sia per derivarne sulla geografia non meno che sulla religione di quella celebre contrada, allora quando, ormai altro più non conservando che la rimembranza dell’antico suo splendore, era ridotta a seguire le dure leggi di Roma.