Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/101

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

99

Se meglio si adatta al loro gusto il Grano navigato, se vogliono mandare i loro tesori a secondare le Campagne del Levante, e del Settentrione, piuttosto che mandare in Maremma per reggervi il traffico una piccola somma: io glie l’ammetto; non posso lodarlo, ma devo compatirlo, perchè l’è un vizio del secolo l’amare le cose più navigate.

Ma vorrei almeno, che se vogliono servirsi altrove, quando la mercanzìa non trova spaccio, si contentassero allora che questa abbia richiesta, o di lasciarla vendere a quei che sono soliti di comprarla, o farne la compra essi medesimi.

[Serrare le Tratte non si vende neppure a prezzo vile.] Quel serrare le Tratte senza volere comprare l’è un inchiodare affatto la porta della bottega, perchè vi marciscano dentro le mercanzie, ed il pretendere, che il trattenere il Grano in Maremma rimedi alla penuria che sia in Firenze si è lo stesso, che l’incendiarvi una Selva per riscaldare uno intirizzito che sia molte miglia