Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/114

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
112


Ma a dire il vero quantunque io creda che questo solo passo sarebbe stato venti, o trenta anni innanzi capace di trattenere que’ precipizj, ne quali vediamo in oggi caduta questa Provincia, e benchè io non dubiti ancora, che almeno un migliajo di Moggia fosse per accrescersi la sementa in sequela di questa deliberazione, ed a proporzione moltiplicarsi anche in oggi i suoi Bestiami: nondimeno l’è tale la sua desolazione, che fa duopo di riguardarla, come si riguardano quei Paesi, che per essere acquistati sopra qualche barbara Nazione, rimangono vuoti di abitatori colle Case diroccate, rovinati i Fonti, senza Frutti, senza Clero, senza Leggi. Questi per quanto siano di Clima, e di terreno naturalmente felici sarebbono di peso a chi li ha conquistati, se non vi si chiamassero nuove popolazioni premiando, donando, privilegiando: se col mettere in vista qualche guadagno non si inducessero ad abitarvi nuove Colonie, a trasportarvi dalla patria