Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

29

sessori, ed Abitatori di Essa possano promettersene.

Ma pare, che vadano sempre dilatandosi, comunicando l’infezione alle vicine Provincie, e partecipando la loro debolezza anche alle lontane. Onde andandosi di questo passo, bisogna prepararsi a vedere presto nel cuore de l’Italia un immagine de’ deserti più impraticabili dell’Africa ripieni di fiere, e di malviventi, che inquietino i paesi vicini, e minaccino di comunicare alla Toscana tutta il contagio maligno.

[La scarsezza di denaro non è cagione di doversi avvilire i grani.] Nè vale la replica di alcuni, i quali tutti intenti a proteggere le Arti, e le Città, che sono Capo di Provincia, si credono necessitati per adattarsi alla scarsezza del denaro, che provasi nei nostri tempi, a procurare che le cose necessarie al vivere diminuiscano di prezzo a proporzione di questa diminuzione di denaro, affine che possano reggersi gl’Artieri, e la plebe abbia modo di sostentarsi, poichè