Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
34

gozio. Se non bastava il guadagno trovavansi degli imprestiti, e per i poveri medesimi le limosine moltiplicavano. Che più? Noi medesimi in quattro anni di raccolte infelicissime, e forse senza esempio, cioè dal 1733. al 1736. nei quali abbiamo sperimentato pur troppo il saggio di quella carestia, che ho chiamata sterminatrice, poichè ha costretto il Pubblico, ed i Privati a sostentarsi a caro prezzo del Grano forestiero: tuttavia non abbiamo in vista, o si guardi la Città, o lo Stato una declinazione uguale, e corrispondente a quella che ci cagionarono altrettanti fertilissimi anni antecedenti in ciascheduno dei quali potevano additarsi nelle nostre campagne, e poderi abbandonati, e capitali di bestiami dismessi. Anzi che fra gl’Artieri medesimi parevano ultimamente calmati quei lamenti continui, coi quali ci assordivano per non trovare da fare, per non vedere denaro con che pagare la pigione, e provvedere le loro botteghe. La povertà anco-