Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

41

che già vi era, di modo che, mai non stagnandosi passi per le mani di ciascheduno in quella quantità, che li bisogna spendere secondo il proprio grado.

Ma prima di far vedere il perchè accrescendosi il prezzo delle grasce s’accresca maggior moto al denaro, bisogna osservare, che la vera ricchezza non consiste tanto nell’oro, e nell’argento, quanto nella facoltà di potere ottenere tutto ciò, che ci può venire in mente di desiderare.

[Uso della moneta, e quale sia.] L’oro è inutile per se medesimo ad ogni umana necessità, non fu chiamato nel commercio, se non dopo, che moltiplicandosi l’Uman Genere si rendevano difficili le permutazioni. Chi aveva (per ispiegarmi con un esempio) bisogno dell’Olio, e non aveva altro, che Grano di sopravanzo, non poteva permutare questo Grano con un’altro, che non ne aveva bisogno, ma mancavali il Vino.

Per indurre dunque questo a dare l’olio, anche senza ricever vino, fu pensato